twitter facebook

Appuntamenti

 

 

 

 

Piero Bianucci
I miei appuntamenti
Ferrarotti
12.02.2015

La guerra di Internet

 

Torino, Teatro Colosseo, ore 17,45

Conferenza di Marco Mezzalama, con la partecipazione di Luca Filisppi, esperto in cyber-criminologia.

Ogni tecnologia ha il suo lato oscuro.  Anche l’informatica. Il più preoccupante è la sicurezza dei nostri dati privati e personali su Internet e non solo. Oggi anche i telefonini e i tablet di nuova generazione sono connessi alla rete. Ogni minuto almeno due furti di identità vengono perpetrati sulla rete, il danno globale dei furti in rete è superiore al miliardo di euro  ogni anno solo in Europa. Ma oggi gli obiettivi non sono solo singoli cittadini ma aziende (per carpire segreti industriali), banche, fondi pensione, social network. E come sempre servizi segreti e segreti militari. La cyber criminalità ha assunto dimensioni nazionali e internazionali tanto che oggi si parla di cyber mafia. Ci si può difendere?  E come? La Conferenza vuole fare  il punto su questo scenario e indicare le possibili difese.
 
Marco Mezzalama ha conseguito la laurea in ingegneria elettronica cum laude presso il Politecnico di Torino nel 1972. Dal 1973 ha svolto attività scientifica e didattica presso questo Politecnico in veste prima di Assistente, poi di Professore Associato ed infine, dal 1986, di Professore ordinario di Sistemi di Elaborazione. Ha rivestito la carica di Vice Rettore e Pro Rettore Vicario Presso lo stesso Politecnico. Membro nazionale dell'Accademia delle Scienze di Torino, è autore oltre 150 pubblicazioni in vari settori dell’informatica. E’ stato il primo scienziato italiano a studiare i virus informatici e a occuparsi di sicurezza informatica. Ha ricoperto e ricopre varie cariche presso enti di ricerca e/o aziende del settore ICT. È stato Presidente del Centro di Supercalcolo Piemonte. Ora è anche Vice Presidente della Compagnia di San Paolo.
 

© Copyright Piero Bianucci 2012 - P. IVA 02502870013 Note legali Credits Area Riservata

Username o password errati! Riprova