twitter facebook

Appuntamenti

 

 

 

 

Piero Bianucci
I miei appuntamenti
Ferrarotti
22.01.2015

2015 Anno della Luce

 

Torino, Teatro Colosseo, GiovedìScienza,
ore 17,45

L’Unesco, braccio culturale delle Nazioni Unite, 192 paesi che cercano una strada comune verso la pace, lo sviluppo e il progresso scientifico, ha proclamato il 2015 “Anno Internazionale della Luce”. L’Italia è molto coinvolta. L’International Centre for Theoretical Physics di Trieste coordina il Segretariato generale: Joseph Niemela, responsabile del gruppo di fisica applicata presso l’istituto triestino, organizza i contributi di 35 nazioni e centinaia di aziende che lavorano nelle tecnologie della luce. A livello nazionale svolgono un ruolo guida l’INRiM, Istituto di ricerca metrologica che ha sede a Torino, la Sif, Società italiana di fisica, e l’Inaf, Istituto nazionale di astrofisica.
A parte gli aspetti ufficiali, l’Anno della luce attira l’attenzione su temi fondamentali per l’umanità: la fotosintesi che avviene nelle foglie delle piante è alla base della vita sulla Terra, la velocità della luce e il riferimento per due unità di misura essenziali, il tempo e lo spazio, e da raggi di luce derivano tutte le nostre conoscenze sull’universo.

 

Ne parleranno:
 
Massimo Inguscio, presidente dell’Istituto nazionale di ricerca metrologica, professore di fisica presso l’Università di Firenze e co-fondatore dell’European Laboratory for Non Linear Spettroscopy (Lens), è autore di circa 300 pubblicazioni scientifiche sulle più prestigiose riviste internazionali. Tra i suoi temi di ricerca, ottica quantistica, condensati di Bose-Einstein, raffreddamento laser.
Giovanni F. Bignami, presidente dell’Istituto nazionale di astrofisica e del Cospar, Comitato per la ricerca spaziale, è tra i più noti studiosi di astrofisica delle alte energie e ha partecipato alla progettazione e costruzione di molti satelliti scientifici. Si occupa di stelle di neutroni, buchi neri, lampi gamma. E’ molto attivo nella divulgazione con libri di successo e programmi televisivi.
Elio Giamello è professore ordinario di chimica generale e inorganica all’Università di Torino e ha diretto la Scuola di dottorato in Scienze della natura e tecnologie innovative. Tra i suoi interessi la chimica delle superfici solide,  lo sviluppo di tematiche di ricerca basate sulla risonanza paramagnetica elettronica (EPR) e i materiali fotoattivi per fotosintesi artificiale.
 

© Copyright Piero Bianucci 2012 - P. IVA 02502870013 Note legali Credits Area Riservata

Username o password errati! Riprova